Premetto il fatto che questo articolo mi tocca nel vivo essendo io una di quelle persone che ODIA PROFONDAMENTE la messaggistica istantanea almeno quanto un bambino odia sentirsi dire dalla propria madre che “il minestrone lo mangi tutto se no te lo ritrovi nel piatto anche stasera” , l’ evoluzione tecnologica apportata alla App più conosciuta al mondo di messaggistica istantanea, dal canto mio, non fa altro che indurre ulteriormente l’utenza a costruirsi “castelli mentali” a discapito di quella che dovrebbe essere la vera utilità di questa applicazione, cioè la semplice COMUNICAZIONE. Potrei stare qui giorni e giorni a scrivere su quanto stia diventando pessimo questo mondo in ambito sociale e comunicativo dove l’importanza delle parole scritte su un messaggio supera di gran lunga l’importanza delle parole dette a voce, ma non è la vera ragione di questo mio nuovo articolo.

Il vero motivo per cui sto scrivendo questo post è l’avvento della seconda spunta blu sui messaggi inviati attraverso l’ennesimo aggiornamento (in sordina) di WhatsApp. Ma procediamo per gradi; una spunta grigia significa messaggio in uscita, due spunte grigie significano messaggio recapitato e due spunte blu significa che il messaggio è stato letto….si, avete capito bene. (continuo a tenere per me il mio pensiero personale anche su questo)

FullSizeRender2-614x362

 

Da oggi gli utenti sapranno quando il messaggio viene effettivamente letto dal proprio interlocutore. Insomma, volente o nolente, tutti i fruitori della App di messaggistica istantanea diventata ormai di proprietà Facebook ,avranno da oggi la conferma dell’avvenuta lettura dei messaggi WhatsApp. Da oggi, le due spunte di colore blu, invece, daranno la certezza che il messaggio è stato effettivamente visionato dal proprio interlocutore (con conseguente nervoso che ti mangerai appena ti accorgerai che la tua ragazza ha letto ma non ti risponde).

Da un lato sono sicuro che saranno molti gli utenti che apprezzeranno tale introduzione (al peggio non c’è mai fine, sopratutto se si parla di esseri umani), dall’altro ci saremo noi, quelli noiosi e nostalgici delle domande fatte e non pensate, del messaggio scritto per un caffè e non per intrattenere discorsi.

Attualmente sembra sia impossibile disattivare questa nuova feature, introdotta in sordina, che senza ombra di dubbio va un po’ a discapito della propria privacy.Come molti di voi sanno (io sono un forte fruitore di questa feature) attualmente è possibile rendere invisibile l’ultimo accesso ai propri amici e a terzi, ma di fatto con l’introduzione delle due spunte di lettura blu viene meno il senso di questa possibilità. Su iMessage, ad esempio, sebbene sia presente la conferma di lettura, è possibile disattivarla a proprio piacimento.

Per gli utenti che hanno a cuore la propria privacy, si spera che a breve venga rilasciato un nuovo aggiornamento per Whatsapp che permetta a ciascun utente di disattivare o meno la spunta di lettura blu.

About Mauro

Nasce a Saronno. Maker nell'animo, nella vita sopravvive facendo web design. Appassionato di informatica, skateboard e snowboard. Positivo e allegro, collabora a progetti e startup fondate principalmente con amici, perché tiene molto al legame che ha con questi. NON ha ancora lavorato con nessuno di importante, NON ha ancora scritto nessun libro.. Puo sembrare scoraggiante, ma crede che sia bene avere un fine verso il quale dirigersi; perché dopo tutto, quello che conta è il cammino.

Leave a Comment

Error: Please check your entries!